Torna alla homepage | Vai alla sezione IL PARCO | Vai alla sezione I LUOGHI | Vai alla sezione LA SCUOLA NEL PARCO | Vai alla sezione COMMUNITY

Salta la barra di navigazione e vai ai contenuti

Numeri utili

  • Comuni di:
    Villacidro
    Arbus
    Buggerru
    Fluminimaggiore
    Guspini
    San Gavino Monreale


    tel. 347 9170196
    info@parcodessi.it
  • Logo della Regione Sardegna
    POR Sardegna 2000-2006
  • Logo della Comunità Europea
    Progetto cofinanziato dalla U.E. - Fondo FESR
Home - Il parco - Il parco storico letterario

Il parco storico letterario

Carta del Parco Culturale Giuseppe Dessì ArbusGuspiniSan Gavino MonrealeBuggerruFluminimaggioreVillacidro  L’idea del Parco Letterario, nasce al fine di valorizzare, attraverso l’opera dello scrittore Giuseppe Dessì, il patrimonio naturalistico e ambientale del territorio di Villacidro e dei comuni dell’area del Linas, presenti anch’essi nell’opera dello scrittore. A questo si accompagna la volontà di fare del centro di Villacidro e degli altri inseriti nel circuito, una meta di turismo culturale e letterario, attraverso la valorizzazione dei luoghi e delle risorse culturali locali. Tutto ciò rappresenta, peraltro, una concreta possibilità di creare alternative occupazionali e di migliorare l’economia locale semplicemente utilizzando le risorse naturali della zona, descritte nell’opera letteraria.  

Il territorio del Parco Culturale Giuseppe Dessì è compreso nelle province del Medio Campidano e di Iglesias-Carbonia, nella Sardegna del Sud-Ovest.

La zona, denominata “Parte d’Ispi” dallo scrittore nelle sue numerose opere, si propone come un unicum all’interno del quale coesistono molteplici e singolari realtà.

L’immaginario dello scrittore si muove e spazia tra il ricco patrimonio ambientale, la cultura, le tradizioni, la storia e “preistoria” che fanno dell’isola un mondo affascinante e a tratti misterioso; quei luoghi, apparentemente fantastici, arricchiti dalla “magia” letteraria sono tutti visitabili nei paesi del Parco: Villacidro, Guspini, Arbus, Buggerru, Fluminimaggiore, San Gavino.

La storia istituzionale fatta di date e di eventi si intreccia con la storia dei personaggi dei suoi romanzi, contadini, pastori, minatori, piccoli proprietari, imprenditori: uomini, donne e bambini abitanti di una terra le cui tradizioni e storia si perdono in un lontano passato.

Più di qualunque altro scrittore del Novecento sardo, Dessì ha saputo cogliere e rappresentare nelle sue opere una Sardegna non avvolta dal mito dell’isola selvaggia ma immersa nella storia; anche sotto questo punto di vista il suo capolavoro è il romanzo Paese d’ombre, vincitore del Premio Strega nel 1972.

Una visita a  Villacidro, paese natale dello scrittore, e alle altre realtà narrate nei suoi libri, ripercorrendone gli stessi itinerari, offre al visitatore una chiave di lettura insolita, ma ricca del fascino e delle sorprese di una parte della Sardegna che conserva un ricco patrimonio storico, culturale e ambientale, dalla montagna al mare, dalle miniere ai campi coltivati.