Torna alla homepage | Vai alla sezione IL PARCO | Vai alla sezione I LUOGHI | Vai alla sezione LA SCUOLA NEL PARCO | Vai alla sezione COMMUNITY

Salta la barra di navigazione e vai ai contenuti

Numeri utili

  • Comuni di:
    Villacidro
    Arbus
    Buggerru
    Fluminimaggiore
    Guspini
    San Gavino Monreale


    tel. 347 9170196
    info@parcodessi.it
  • Logo della Regione Sardegna
    POR Sardegna 2000-2006
  • Logo della Comunità Europea
    Progetto cofinanziato dalla U.E. - Fondo FESR
Home - Schedario - Buggerru: Planu Sartu

Buggerru: Planu Sartu

L'altopiano di Pranu Sartu dove si possono notare i resti dell'omonimo villaggio minerario La miniera e il villaggio di Planu Sartu sorsero attorno agli anni sessanta dell’Ottocento dopo la scoperta di importanti giacimenti di minerali di piombo e di zinco nella zona dell’attuale Buggerru. Nel 1867 il villaggio di Planu Sartu raggiunse, in un ottica di sviluppo parallela a quella di Buggerru, 2000 abitanti.

La parte preponderante del giacimento che caratterizza la miniera di Planu Sartu è costituita da una vasta superficie che degrada verso il mare con un’alta falesia di probabile origine tettonica, costituita da terreni cambrici della “formazione di Gonnesa”. Il materiale prodotto, proveniente dagli scavi dell’omonimo altipiano, era destinato, a seconda della qualità, ai forni di calcinazione o alle laverie.

Attualmente il villaggio è completamente abbandonato e si trova nel mezzo della macchia mediterranea nei pressi dell’enorme scavo a cielo aperto che rappresentò per i suoi abitanti il luogo di lavoro. È uno dei tanti villaggi minerari detti a bocca di miniera perché sorgevano proprio in prossimità del giacimento e dei cantieri di estrazione.