Torna alla homepage | Vai alla sezione IL PARCO | Vai alla sezione I LUOGHI | Vai alla sezione LA SCUOLA NEL PARCO | Vai alla sezione COMMUNITY

Salta la barra di navigazione e vai ai contenuti

Numeri utili

  • Comuni di:
    Villacidro
    Arbus
    Buggerru
    Fluminimaggiore
    Guspini
    San Gavino Monreale


    tel. 347 9170196
    info@parcodessi.it
  • Logo della Regione Sardegna
    POR Sardegna 2000-2006
  • Logo della Comunità Europea
    Progetto cofinanziato dalla U.E. - Fondo FESR
Home - Schedario - San Gavino Monreale: Case e angoli

San Gavino Monreale: Case e angoli

La cucina di Donna MaximaCamminando lungo le strade di San Gavino è possibile scorgere specifiche tipologie abitative ed architettoniche.

Antiche case campidanesi, solitamente ad un piano più il solaio, avevano due cortili, uno davanti con il pozzo e le lollas e l’altro sul retro con il forno, il piccolo orto e gli animali, sono ancora visibili.

La materia prima utilizzata per la costruzione delle case era il mattone di terra cruda, tuttora visibile in molte abitazioni d’epoca. Naturalmente le dimensioni e l’articolazione degli spazi di ciascuna casa erano legate alla condizione economica della famiglia.

Tra le case più note e belle, di proprietà di ricchi casati, sono visibili e ben conservate la casa di Dona Maxima, che attualmente ospita il museo etnografico, e la casa di Ettorina ed Eulalia Mulas.

Quest’ultima sita in posizione centrale, lungo la via Trento, è articolata su due piani, presenta una facciata signorile ed elegante arricchita da elementi in stile liberty. Al suo interno il cortile e le lollas.