Torna alla homepage | Vai alla sezione IL PARCO | Vai alla sezione I LUOGHI | Vai alla sezione LA SCUOLA NEL PARCO | Vai alla sezione COMMUNITY

Salta la barra di navigazione e vai ai contenuti

Numeri utili

  • Comuni di:
    Villacidro
    Arbus
    Buggerru
    Fluminimaggiore
    Guspini
    San Gavino Monreale


    tel. 347 9170196
    info@parcodessi.it
  • Logo della Regione Sardegna
    POR Sardegna 2000-2006
  • Logo della Comunità Europea
    Progetto cofinanziato dalla U.E. - Fondo FESR
Home - La scuola nel parco - E-Learning - Collegamenti disciplinari - Paralleli con scrittori di Letterature straniere

Collegamenti disciplinari

Paralleli con scrittori di Letterature straniere

Letteratura tedesca:

  • più di un critico ha sottolineato le influenze che la letteratura tedesca ha avuto sulla poetica dessiana. Paese d’ombre, in particolare, può essere interpretato come un racconto di formazione, quello che i tedeschi chiamano Bildungsroman.
    Lo stesso Dessì ha riconosciuto debiti nei confronti di grandi scrittori mitteleuropei, quali Thomas Mann, Hermann Hesse e Rainer Maria Rilke; nella fattispecie il paragone potrebbe essere operato nei confronti della tormentata famiglia protagonista de I Buddenbrok, di Thomas Mann;
  • la vicenda storica che fa da sfondo a Il disertore si presta ad un raffronto con il capolavoro di Erich Maria Remarque, Niente di nuovo sul fronte occidentale.

Letteratura francese:

  • Gianfranco Contini ha coniato per Dessì il nomignolo di “Proust sardo”; il critico si riferisce in particolare al romanzo degli esordi, San Silvano, la cui modalità narrativa può ricordare la celeberrima opera del grande romanziere francese Marcel Proust;
  • sono possibili degli apparentamenti nei confronti del romanzo realista di Honoré de Balzac; è lo stesso Dessì a evidenziare il debito letterario nei confronti dello scrittore francese nel rapporto tra il parvenu Angelo e i prinzipales: in una pagina di Paese d’ombre, fa leggere ad Angelo Uras Eugénie Grandet, e poi tutti i volumi appartenenti al famoso ciclo della Comédie Humaine; nello stesso libro viene citato anche I miserabili di Victor Hugo;
  • la definizione di romanzo di formazione per Paese d’ombre, può naturalmente essere applicata anche in ambito transalpino; un ovvio riferimento si potrebbe fare a L’educazione sentimentale di Gustave Flaubert;

Letteratura in lingua inglese:

  • si potrebbe effettuare qualche raffronto con alcune opere del romanziere americano Ernest Hemingway, in merito alla tematica storica: Addio alle armi, il cui protagonista abbandona clandestinamente l’esercito durante la prima guerra mondiale, si può paragonare a Il disertore; invece ne I passeri si sfiora l’argomento della guerra di Spagna, tema centrale in Per chi suona la campana;
  • il tema del confronto con una prima moglie carismatica rispetto ad una seconda moglie opaca che si sente inadeguata presente in Introduzione alla vita di Giacomo Scarbo, rimanda ad un confronto con Rebecca, la prima moglie di Daphne Du Maurier;
  • il ricorso al monologo interiore in San Silvano permette qualche riferimento al romanzo inglese del Novecento, da Virginia Woolf a James Joyce;
  • naturalmente è possibile il ricorso al confronto fra Paese d’ombre e i numerosi romanzi di formazione presenti nella letteratura inglese e americana, dal Tom Jones di Henry Fielding al più recente Giovane Holden di Jerome D. Salinger. Si tratta ovviamente di paragoni stilistici, senza entrare nel merito dei contenuti.